Perché collegare un blog (fatto bene) all’e-commerce

collegare blog all'ecommerce

Apri un e-commerce e inizi a vendere i tuoi prodotti online. Hai valutato però l’idea di aprire un blog per aumentare le vendite?

Un po’ di tempo fa parlavo con un cliente di questa cosa. Per lui ho realizzato le descrizioni di vari prodotti presenti sullo shop online. La sua idea era quella di aprire un blog esterno all’e-commerce per promuovere i prodotti. Io la vedevo diversamente.

Non è sbagliato promuoversi. Lo scopo di un blog aziendale è proprio questo. Non va bene creare esclusivamente contenuti che mirano a vendere questo o quel prodotto presente nello shop.

Lo scopo di uno strumento simile infatti, è quello di attrarre lettori e convertirli in clienti. L’errore sta nel voler rendere un blog nient’altro che un raccoglitore di promozioni e nuove collezioni. Quali sono gli svantaggi?

Crei contenuti sbagliati per il tuo e-commerce? Ecco i risultati.

  • Non ti posizioni sui motori di ricerca. Google&Co non amano affatto i post auto promozionali. Preferiscono di gran lunga quelli utili al lettore. Se poi all’interno del post c’è un riferimento a un prodotto o servizio, poco male. È una gran perdita impedirsi di essere sui motori di ricerca perché non hai l’occasione di ottenere visite organiche (e gratuite).
  • Non giochi sull’organico e questo si traduce in un maggior investimento in ADV.
  • Perdi tempo perché: (A) non ti posizioni e quindi probabilmente i lettori neanche vedono i tuoi post. (B) i tuoi lettori difficilmente sono interessati a questo genere di contenuti.
  • Non dai al cliente modo di fidarti di te attraverso  contenuti utili. In un mondo dove i big dominano e si accaparrano la più grande fetta del mercato, voi dovete agire valorizzando il rapporto umano per attirare clienti e fidelizzarli.

Un e-commerce ha bisogno di un blog vero. Questo è quanto. Devi scrivere articoli in linea con la tua nicchia, tenendo sempre ben presente il target. Cosa cercano i tuoi clienti? Devi vestire i loro panni e devi farlo per tanto, tantissimo tempo. Non credere che basta un’analisi di 10 minuti per scoprirlo. Il tuo target spesso lo conosci strada facendo, sbagliando e testando.

I due post blog di cui hai bisogno per convertire

Esistono vari tipi di contenuti. Le macro categorie per me sono due. Quelli che attirano nuovi clienti e quelli che fidelizzano i vecchi. Devi si realizzare post che si posizionano bene su Google ma devi anche scrivere articoli leggeri, che intrattengono, di quelli scritti giusto per fare due chiacchiere con un vecchio amico.

Come ogni azienda hai bisogno di aumentare il numero di vendite. Perciò devi fare acquisizione clienti e convincere quelli che hanno già comprato, che la tua è l’azienda giusta dove continuare a fare i propri acquisti online.

Il blog, proprio come i canali social, crea una continuità nel rapporto tra azienda e cliente. Non puoi sperare che i clienti continuano a rivolgersi da te perché una o due volte hanno fatto un acquisto buono. Internet è probabilmente pieno di e-commerce che vendono i tuoi stessi prodotti (o simili). L’utente naviga online, vede ciò che cerca a prezzo stracciato e in un paio di click acquista.

Devi ricordargli di te. Raccontati. Mostrati. Tu hai ciò di cui ha bisogno. Se resti in disparte però, ti dimentica in fretta. MOLTO in fretta.

Devi dire addio ai post promozionali?

Devi perciò rinunciare ai tuoi post promozionali? No. Una piccola percentuale degli articoli che pubblichi possono riguardare promozioni e nuove collezioni. Ogni 5 post blog interessanti e d’intrattenimento, puoi pubblicare una news che riguarda la tua azienda. Mettici un pizzico di storytelling, male non fa! Racconta come ti è nata l’idea, perché hai realizzato un determinato prodotto o perché vuoi proporlo. Gli utenti di oggi sono sensibili a ciò che si “nasconde” dietro un logo e un bel sito web. Desiderano sapere chi sei, perché lo fai e cosa ti muove. Un post promozionale non è solo un’occasione di vendita. E’ anche un modo nuovo per raccontarti.

 

Claudia Lemmi

Web Writer specializzata nei settori food, benessere e beauty. Scrivere articoli è il mio pane quotidiano e li accompagno di pagine aziendali e calendari editoriali. Come dessert bozze revisionate. servizi o contattami subito. Non dimenticarti di seguirmi su Facebook!