Home » Imprese nel settore food, quanto è importante essere presenti online

Imprese nel settore food, quanto è importante essere presenti online

Esistono molti modi di fare blogging. C’è chi apre un blog con l’obbiettivo di guadagnare esclusivamente dai propri contenuti (con l’affiliate marketing e AdSense) e chi invece, lo apre perché vuole aumentare il fatturato della propria azienda. Si parla in questo caso di blog aziendali. Alla base c’è sempre la passione per il food in tutte le sue sfumature, ma si tratta di due mondi abbastanza distanti tra di loro. Nell’articolo di oggi, voglio parlare delle aziende tradizionali che lavorano nel settore alimentare.

Hai notato che negli ultimi anni c’è una crescita incredibile di aziende gastronomiche italiane su internet? Ritengo che si tratti di una cosa assolutamente fantastica. Internet infatti ha spalancato una porta che fino a poco tempo fa era blindata. Probabilmente anche tu hai scelto di allargare la cerchia di clienti, rivolgendoti all’Italia intera!

Ha permesso a tutti noi, qualsiasi sia la regione o addirittura la zona nel mondo in cui ci si trova, di acquistare prodotti tipici di un luogo senza spostarci da casa. Chi ama la buona cucina , non vuole proprio perdersi la possibilità di portare in tavola un eccellente olio extravergine d’oliva toscano, anche se abita dall’altra parte dell’Italia.

Una cosa importante è che internet non è solo per le grandi aziende ma anche i piccoli e medi artigiani. Grazie al sito web è possibile presentare il prodotto, con l’e-commerce collegato (il quale può contenere anche 4 o 5 prodotti) vendere in tutto il mondo e, con il blog aziendale, attirare i lettori sul sito e convertirli poi in clienti.

Imprese nel Food, alcuni esempi di quando è utile portare i propri prodotti online

Sicuramente chi lavora nel campo della ristorazione ha bisogno di essere online, realizzare una serie di pagine ricche di foto e contenuti. C’è chi ha l’obbiettivo di promuoversi esclusivamente con una pagina di presentazione per chi cerca il nome del ristorante su internet e chi invece, ha l’obbiettivo di catturare nuovi clienti grazie a contenuti utili e ricette innovative. Se poi queste attività desiderano anche lavorare con i turisti (e qui non dimenticarti che deve essere situata fisicamente in una zona strategica e di passaggio), come minimo devono tradurre tutto in inglese e possibilmente, anche in spagnolo, francese e tedesco.

Internet però offre ottime possibilità anche alle aziende gastronomiche locali che producono prodotti tradizionali. Come ad esempio quelle olivicole o vinicole.

A favore di queste imprese gioca il fatto che sempre più italiani oggi si rendono conto di quanto è importante acquistare dai produttori locali piuttosto che dalla GDO. Sia perché la qualità è nettamente superiore, sia perché il gusto che offrono determinati prodotti non ha davvero paragoni.

Quindi si, tra le aziende che possono trarre un enorme beneficio da una presenza online forte e ben studiata, troviamo chi si occupa di produzione gastronomica locale.

Non dimenticarti che puoi aprire un e-commerce di questo genere anche se non produci prodotti tu stesso, puoi posizionarti sul mercato come intermediario. E’ un aspetto piuttosto vasto perciò, preferisco parlarne in un articolo a parte.

4 cose che devi assolutamente fare

Il tuo lavoro è un altro. Ti occupi di gastronomia e realizzi i tuoi prodotti con amore e passione, ogni giorno. Portando la tua attività online, potresti però commettere alcuni errori. Sono sbagli commessi in buona fede perché questo non è il tuo settore, ma devi far attenzione perché potrebbero portare guai.

  1. Hai bisogno di una grafica bomba. Per questo genere di siti sconsiglio fortemente il fai-da-te. Meglio investire un po’ di denaro e farsi realizzare sito ed e-commerce da uno davvero bravo.
  2. Dovrai rispondere alle e-mail. Devi offrire assistenza clienti. Se non hai tempo, delega. Non rispondere a una richiesta di informazioni o di aiuto non solo è poco educato, ma ti porta inevitabilmente a perdere clienti.
  3. Devi curare la comunicazione online tenendo un blog aggiornato. No, niente promozione forzata dei prodotti. Molto meglio offrire contenuti che riguardano le proprietà degli alimenti che vendi, ricette (che vedono tra gli ingredienti il tuo prodotto), tecniche di coltivazione, curiosità sul luogo e sulla storia… Mi occupo proprio di questo e so bene che, per i miei clienti, non sarebbe possibile gestire questo aspetto da soli. Sia per mancanza di competenze tecniche, sia perché non hanno proprio il tempo di farlo.
  4. Contatta un fotografo, di quelli bravi e specializzati nel food. Devi utilizzare fotografie meravigliose sul tuo sito, devi promuovere ciò che vendi e premere l’acceleratore sul visual.

Questi sono i miei 5 consigli per partire alla grande. C’è però una circostanza in cui, tutti questi suggerimenti, possono rivelarsi perfettamente inutili. Quando il prodotto che vendi non è di qualità o almeno, il prezzo è troppo alto per il suo reale valore. Sono cose che ben presto ti rovinano la fama e portano le persone a non acquistare più da te. La qualità è la prima cosa su cui devi lavorare, inutile ricordarlo, vero?