Perché è importante aprire un blog aziendale?

Aprire un blog aziendale delle volte spaventa. La prima paura di un creativo o libero professionista, copywriter compreso, è quella di non aver niente da dire. Si tratta in realtà di uno scoglio immaginario. Se conosci il tuo lavoro e il tuo target di riferimento, le parole non ti mancano. Devi solo trovare quelle giuste.

Il blog è uno strumento potente nel settore del web marketing perché ti permette di fare inbound marketing. La strada giusta? Non trasformare il blog in un raccoglitore di post auto-promozionali o comunicati stampa. Basta con gli elenchi infiniti dei tuoi ultimi traguardi o delle promozioni estive. Parla di te, di ciò che pensi. Si, anche del tuo lavoro. Alterna i contenuti, racconta, spiega, emoziona. Attira lettori e convertili in clienti.

Attira lettori e convertili in clienti, il primo motivo per aprire un blog aziendale

Cerchi clienti, sono loro che non ti fanno andare in bolletta e, sempre grazie a loro, hai modo di praticare la tua arte, qualsiasi essa sia. Non hai bisogno di numeri da capogiro, non serve che il grafico di Google Analytics raggiunga i 10.000 visitatori al giorno. Il tuo scopo è attirare il cliente che ha bisogno di te, di quello che hai da offrire e raccontare. Questo è in poche parole l‘inbound marketing e il motivo per cui aprire un blog aziendale è diventato vitale in determinati settori. Ti posizioni in modo naturale su Google e gli altri motori di ricerca, ti affermi e rafforzi il tuo personal branding.

Fidelizza raccontandoti

Questo potete strumento ti è di aiuto anche per fidelizzare il cliente. Si perché in un certo senso si affeziona a te, alle tue storie (far storytelling è delle volte, il tassello mancante). Parli di te e indirettamente del tuo lavoro. Instauri un rapporto fatto di empatia, il lettore sotto alcuni aspetti si identifica con te. Soprattutto però, si fida e vuole che sia tu a svolgere quel preciso lavoro.

I risultati arrivano se lavori bene. Quando capisci che non devi promuoverti (per quello ci sono le pagine dei servizi) ma raccontarti. Quando scopri il potere intrinseco di un piano editoriale. Un piano editoriale che ogni tanto ha il dovere di entrare in pausa perché magari, deve lasciar spazio a qualcosa che ti è accaduto e non puoi rimandare, devi raccontarlo ai tuoi lettori. Subito.

Cos’è in pratica, il blog aziendale?

Si può considerare un diario online. Dove parli di chi sei, di cosa ti occupi e di come ti piace vivere il tuo lavoro e il contatto con gli altri. A differenza di un diario normale però, non devi riempirlo di sfoghi personali e ogni pensiero che ti passa per la testa.

Gli articoli di getto piacciono, ma non possono essere alla base della piramide. Occorrono fondamenta forti, eccellenti. Devi per questo seguire una logica, un piano scandito da tempi entro i quali stare, obbiettivi da raggiungere, keywords da posizionare e clienti da cui farti trovare.

Attingi alla tua pazienza, è un lavoro lungo. Il blog aziendale non ti porta clienti dall’oggi al domani. Ti permette però di crearti una solida immagine online. Quando curi il blog, tuo o di qualcun alto, devi essere un po’ creativo e un po’ architetto.

Il blog però, non è sufficiente

Hai bisogno di lavorare sui link in ingresso, sulla tua immagine dentro e fuori il blog. Spesso c’è bisogno dei Social Network, di fare community con i colleghi e promuoversi, sia attraverso il comment marketing sia grazie ai potenti guest post.

Alcune volte non è sufficiente, altre volte non è necessario. Non tutte le attività commerciali ne hanno bisogno, non è la soluzione adatta a tutti. Però spesso aiuta, altre volte diventa la forza motore di tutto il tuo progetto.

Hai la possibilità di portar valore online (non sottovalutare mai questo aspetto)

Ogni giorno nascono centinaia di blog, un numero ristretto appartiene a liberi professionisti e creativi. Sono proprio le piccole e le medie imprese, quelle fatte da artisti e creativi, che possono donare un valore che spesso viene a mancare online.

Non c’è niente che possa imparare da te che non legga in qualche libro. A meno che tu non voglia parlare di te, di chi sei…allora la cosa mi affascina, ci sto. (Cit. Genio Ribelle)

Porta la tua azienda online, raccontati grazie al blog, hai finalmente la possibilità di parlare del tuo lavoro attraverso te. Non offri contenuti scontati. Articoli cioè scritti solo per far numero all’interno del blog, pieni di imprecisioni e di keywords che si rincorrono come se a doverli leggere fossero bot e non persone reali.

Il blog ti fa mettere sul piatto esperienza e competenze, il valore più grande online e purtroppo, sempre più difficile da trovare. È logico che, se la scrittura e il web non sono il tuo forte, puoi chiedere aiuto. Entrano in gioco molti professionisti, dal web writer al web designer. Puoi delegare o far tutto da solo. La scelta è tua.

Sfrutta il tuo blog aziendale per dar valore. Raccontati, mostra cosa, come e perché lo fai. I benefici? Ok, attira clienti e aumenta il fatturato. Ma non dimenticare che prima di tutto comunicare fa bene. Sapere che qualcuno è interessato a ciò che hai da raccontare, è una vera boccata d’aria fresca per te che metti passione in quello che fai!

Claudia Lemmi

Web Writer specializzata nei settori food, benessere e beauty. Scrivere articoli è il mio pane quotidiano e li accompagno di pagine aziendali e calendari editoriali. Come dessert bozze revisionate. servizi o contattami subito. Non dimenticarti di seguirmi su Facebook!